pensieri.parole.fantasia: 2013

Translate

domenica 15 dicembre 2013

:. PACIFIC RIM E AFTER EARTH .: recensione doppia per doppia immaginazione

Buongiornooooo o buonasera a seconda di quando leggerete il post....gli impegni sono sempre molti ma non perdo occasione per postarvi come sempre le mie opinioni cinematografiche. Oggi doppietta con Pacific Rim e After Earth. 

PACIFIC RIM: Il mondo è sotto l'attacco di giganteschi mostri, noti come Kaiju, emersi da un portale interdimensionale sul fondo dell'Oceano Pacifico. La guerra è destinata a distruggere milioni di vite e consumare le risorse umane per tutti gli anni a venire. Per fronteggiarle vengono ideate delle armi speciali: enormi robot chiamati Jaegers, comandati mentalmente da una coppia di piloti attraverso una rete neurale. Ma anche i Jaegers sembrano impotenti contro tali mostri e, sull'orlo della sconfitta, l'umanità si affida ad una coppia di eroi costituita da un ex pilota caduto in disgrazia e da una giovane recluta, entrambi chiamati a pilotare un leggendario quanto obsoleto Jaeger. 

Beneeeee, allora io sono attratta da tutto ciò che è strano e alienoso, e quindi non potevo nonm guardare questo film. la trama è bella e scorrevole, e sonorimasta contenta che in questo film gli Alieni non vengono ( come sempre ) dallo spazio ma dal sottosuolo; ovvero da una crepa sottomarina che porta in un altra dimensione. Questi mostri a dire il vero non era la prima volta che visitavano il nostro mondo. Perché i dinosauri che noi conosciamo ( secondo il film ) erano proprio Alieni, estinti a causa della temperatura a loro sfavorevole. Sono quindi ritornati alla carica, e gli uomini li chiamarono Kaiju, essere giganti e mostruosi che effettivamente somigliano molto ai nostri vecchi dinosauri. E per Salvare il pianeta nascono i Jaegers. Giganti, o meglio Robot controllati da due uomini, che si connettono a livello cerebrale per muovere in modo super sincronizzato ogni lato del gigante di ferro. Nasce quindi questa lotta contro questi super mostri. Il film è bello in se per se, ma pecca in alcune cose, come la logica del combattimento! Praticamente [ SPOILER ] alla fine del film che rimane solo un gigante si decidono ad usare la spada che comunque portano sempre dietro! ecco, questo mi ha fatto ridere, perché avendo un arma del genere l'avrei usata prima, invece di far morire praticamente tutti i combattenti! Il film lo consiglio, certo, non è da 1000 punti, ma comunque sia carino da vedere, gli do un 6 e mezzo/ 7 non è niente di che anche se gli effetti speciali mi sono piaciuti, e la stora è comunque fattibile! però non mi ha conquistata in pieno! 

 
AFTER EARTH: Mille anni dopo che la Terra è stata devastata da innumerevoli cataclismi e che l'umanità ha dovuto abbandonare il pianeta, Nova Prime è diventata la nuova patria del genere umano. Dopo essere stato lontano dalla sua famiglia per molto tempo, a causa di una lunga missione, il generale Cypher Raige è finalmente pronto a far da genitore al figlio tredicenne Kitai.
Un giorno un asteroide danneggia gravemente l'astronave su cui si trovano Cypher e Kitai, e precipitano sul pianeta Terra rimanendo gli unici due sopravvissuti tra i passeggeri. Mentre suo padre giace tra la vita e la morte all'interno della navicella, il giovane Kitai dovrà attraversare il territorio minaccioso e sconosciuto del pianeta per recuperare il loro dispositivo di segnalazione d'emergenza. 

La cosa che mi è piaciuta di questo film è stata la sintonia ( ovviamente ) tra Will Smith e suo figlio, che ha reso il loro vero rapporto padre figlio molto più spontaneo sul set. Poi ho apprezzato il fatto di come il regista abbia usato uno spunto fantastico per parlare comunque del nocciolo reale del film, la paura, la rabbia, l'amore e il rimpianto! temi molto importanti per il protagonista Kitai, che li tiene nascosti dentro di se per anni dopo la morte della sorella per colpa di un Ursa, un mostro alieno che ha attaccato il nuovo mondo dove i terresti si erano trasferiti visto il crollo del pianeta terra. Questi alieni sono in grado di captarti non con gli occhi ma annusando la paur delle persone. Solo uno riesce ad uccidere questi mostri senza farsi vedere, ed è il padre di Kitai, il generale Cypher, che è un abile combattente ma un pessimo e freddo padre. Per riallacciare i rapporti che sono diventati ancora più freddi dopo la morte della figlia decide di portarlo con se per la sua ultima missione, ma qualcosa va storto, e la navicella approda su un pianeta ostile, e si rendono conto che è la terra, tornata però allo stadio primordiale. Kitai è l'unico sopravvissuto apparte il padre (che è però ferito e non può muoversi ) in grado di ritrovare la coda della nave e lanciare il segnale di aiuto che si trova li! Parte cosi il viaggio che gli farà affrontare mille paure e tutta la rabbia che aveva tenuto dentro contro se stesso e il padre, finchè non si troverà ad affrontare la paura faccia a faccia, e starà a lui decidere se diventare senza paura come il padre o lasciarsi dominare dalla paura e morire proprio come la sua amata sorella! 
Allora questo film è bello, mi sento di dargli un bellissimo 8 non gli do un voto più alto perché non lo so mancava di qualcosa, forse un pò più di azione, sinceramente non lo so neanche io, ma poteva rendere di più, ma sono rimasta contenta ugualmente perché parla di valori molto importanti! e che la paura è tutta nella nostra testa! e questo pensiero lo condivido pienamente!

p.s. a gennaio uscirà il mio libro e non stò più nella pelle, sto lavorando per un bel lavoro ;-D XOXOXOXOXO 

mercoledì 27 novembre 2013

:. THOR The Dark World .: un film EPICO ( SPOILER )

Ma ciao atutti famiglia ;-D sono riuscita a trovare una mezz'oretta per scrivere il post....mamma mia che stress....ci sono i giorni che non fai nulla e poi i periodi interminabili che non stai ferma un attimo......HELPPPPPPP XD Comunque sono qui per parlarvi del nuovo CAPOLAVORO della Marvel. Thor2 TDW, la trama è la seguente:

Continuano le avventure di Thor, il più forte degli Avengers, che combatte per salvare la terra e tutti i Nove Regni da un oscuro nemico che vuole dominare l'universo. Thor lotta per ristabilire l'ordine tra i pianeti... ma un'antica dinastia dominata dallo spietato Malekith minaccia di far ripiombare l'universo nell'oscurità. Affrontato da un nemico a cui nemmeno Odino e Asgard possono opporsi, Thor deve intraprendere il viaggio più pericoloso ed introspettivo della sua vita, che lo ricongiungerà con Jane Foster e lo obbligherà a sacrificare tutto per salvare l'universo intero.

Bene bene...io sono andata all'anteprima del 19 per fortuna....me lo sono gustata come non mai, sembrava di tornare al primo appuntamento ahahahah ( premetto che sono una stra-fan di LOKI ). Il regista è riuscito a racchiudere in questo film tanti punti essenziali della marvel; come la comicità e l'ironia, e questo mi ha fatto ancora più piacere. La cosa che ancora non mi stà proprio tanto alla quale è che danno poco spazio a Loki; certo, qui si capisce un pò di più la psicologia contorta del personaggio, ma secondo me dovevano dargli più spazio, per far capire ancora meglio il rapporto complicato tra i due fratelli! In questo capitolo si trovano ad affrontare Malekith e un arma ( Aether ) che poi si scoprirà essere una delle 6 gemme dell'infinito, e che come sempre non fanno altro che portare morte e distruzioni. Questa volta la nostra Jane ne combina di tutti i colori, 1) per cercare Thor trova questo Aether e viene infettata, risvegliando cosi gli elfi oscuri. 2) una volta ad Asgard la bella è responsabile della morte di Frigga. Ecco questa proprio non glie la perdono. Lei si che era una
grande donna e muore; anzi si sacrifica per una che non vuole altro che fare smancerie con un Dio!!!! ( nulla in contrario, ma non ci siamo proprio ). Loki a quel punto perde la testa e fossi stato in lui l'avrei uccisa io la bella Jane. Frigga era l'unica che amava Loki per quello che era davvero. Odino si fa sempre più odioso, il padre amorevole del primo film è sparito....e quando tuo padre arriva a dirti che il tuo diritto di nascita era morire su rocce di ghiaccio la dice tutta XD. La scena che mi ha fatto invecchiare di 50 anni è stata la morte di Loki ( Ovviamente) quando ho visto quella scena ho pianto e pianto e pianto e pianto tanto....volevo uscire dalla sala e chiudermi in un angolo freddo e buio XD Poi però sorpresaaaaaaa colpo di scena il Dio delle malefatte più bello e cattivo di sempre è ancora tra noi; e questa volta con un trono!!! Chissà dove avrà spedito il fastidiosissimo Odino!!! Bhè che dire ancora di questo film....è bellissimo e aspetto il terzo con grande ansia...come anche Capitan America...e the avengers2 <3 Spero solo che nel prossimo film si dia spazio a Loki più di questi altri film....per me non sarà mai abbastanza ( solo un film su Loki placherebbe la mia curiosità ) ma per il momento mi godo Tom Hiddleston in tutti i film che ci sono in circolazione e consumerò anche TDW come ho fatto con Thor e TA....c'è solo una cosa da Dire Che dio benedica la marvel <3 <3 <3 <3 LOKI'D 

giovedì 7 novembre 2013

:. Shadows...aspettato prequel della serie Lux di Jennifer L. Armentrout .:

Ma salve ragazziiiiii scusate se sono sparita ma sto ) finalmente ) lavoricchiando in giro e non ho molto tempo per entrare nel blog! :-\ perdonatemi. Ma mi faccio perdonare parlandovi dell'uscita del libro che io ho adorato enormemete. Pariolamo di un prequel, quello di Obsidian della serie lux della talentuosissima Jennifer L. Armentrout. Come ripeto qui non si parla ne di vampiri ne di angeli ne di demoni ma si parla di alieni. Qui vi lascio il Link della recensione di Obsidian la trama di shadows invece è la seguente:

L’ultima cosa che Dawson Black si sarebbe aspettato era Bethany Williams. Come forma di vita aliena sulla Terra, Dawson e il suo gemello Daemon trovano che le ragazze umane siano un passatempo divertente. Ma innamorarsi di una di loro sarebbe folle. Pericoloso. Allettante. Irrinunciabile. Bethany viene dal Nevada, e l’ultima cosa che cerca nel West Virginia è l’amore. Ma ogni volta che i suoi occhi incontrano quelli di Dawson si scatena un’attrazione innegabile. E anche se i ragazzi sono una complicazione di cui farebbe volentieri a meno, non riesce davvero a stare lontana da lui. Attratta. Desiderata. Amata. Dawson però nasconde un segreto inconfessabile che non solo può cambiare l’esistenza di Bethany, ma anche mettere in pericolo la sua vita. Si può rischiare tutto per una ragazza umana? Si può sfidare un destino inesorabile come l’amore?
 
Ecco quaaaaa...Dio mio questa saga mi fa drizzare i capelli in testa tanto è bella ^_^ Quindi in questo prequel ci troviamo ad affrontare una nuova storia d'amore, quella del fratello di Daemon che è Dawson che nel libro Obsidian avevamo scoperto che era morto in circostanze misteriose, e il suo corpo non è mai stato ritrovato. Ovviamente i due fratelli sono gemelli, quindi sarà anche una gioia per me rivedere Daemon in Dowson, perché si sa, i gemelli sono uniti da un legame fortissimo e indissolubile. inoltre sono curiosa di vedere com'è questo fratello, visto che il primo personaggio è arrogante, stronzo e una vera spina nel fianco! Appena mi è possibile lo compro e vi faccio una bella recensione e ovviamente una video recensione XD ci risentiamo prossimamente con il post dedicato unicamente a The dark world....Dio mio mi vengono i brividiiiiiiii lo aspetto come si aspetta una valanga di libri per natale ahhahahahahh a dopo ragazzi XOXOXOXOXOXO

lunedì 14 ottobre 2013

:. Gravity .: recensione film....la rinascita della vita

Buoooongiornoooooooo come va come va????? Ho quasi finito il montaggio del video fatto al Romics....e ci saranno due sorprese per voi che guarderete il video....una normale e una molto demenziale ahahahah mi saprete ridire quando lo guarderete. Ma oggi sono qui per parlarvi del film Gravity, che ho visto ieri sera. La trama è questa:

La brillante dottoressa Ryan Stone è alla sua prima missione spaziale, mentre l'astronauta Matt Kovalsky è all'ultimo volo prima della pensione. Quella che per loro doveva essere una passeggiata spaziale di routine si trasforma in una catastrofe. Lo shuttle viene distrutto e loro si ritrovano soli nell'assordante silenzio dell'universo. Fluttuanti nell'oscurità e privi di qualunque contatto con la Terra non hanno apparentemente alcuna chance di sopravvivere anche per via dell'ossigeno che va esaurendosi. Forse l'unico modo per sperare di tornare a casa è quello di addentrarsi nello spazio infinito.

Ok, quindi è chiaro che ci troviamo nello spazio profondo, ma il fattore spazio è l'ultimo dei problemi per la protagonista, che si troverà ad affrontare mille pericoli per poter ritornare a casa sulla terra. Il film è molto profondo; io sono molto critica sulle scelte dei posti e in quanto tempo viene ambientato un argomento in un determinato posto; in poche parole nn mi piace vedere sempre lo stesso sfondo!!ma in questo film davvero nn mi è importato. Primo perché adoro lo spazio, e adoro la vista che davano quelle scene, e poi perché il contesto era speciale, il regista ha catturato in pieno il punto di vista delle persone, ma non guardandolo con gli occhi, ma con l'anima. Parlo cosi perché questo film come avevo già detto prima nn parla di spazio in senso scientifico, ma dello spazio che noi sentiamo dentro. Ed è proprio questo che la protagonista del film dovrà affrontare nel completo silenzio dello spazio buio e profondo. E un film che parla della consapevolezza di se, del fatto che non bisogna Sopravvivere alla vita, ma bisogna appunto VIVERLA. La protagonista ha perso sua figlia di 4 anni, e si troverà ad affrontare questo nello spazio, la consapevolezza che è sola, che non ha nessuno, e che molto probabilmente quello sarà il suo ultimo giorno da persona viva! Ha paura, è spaventata ed è sola. Questo film ti fa entrare nel profondo dei tuoi pensieri mettendo davanti a te la vita, e di quanto sia cosi fragile e passeggera! In pratica questo viaggio nello spazio ti mette davanti alla RINASCITA della propria esistenza. In una scena si assiste appunto alla rinascita della protagonista, dove togliendosi la tutaspaziale e galleggiando nella piccola navicella di salvataggio sembra di vedere un bambimo in posizione fetale nel grembo della madre, che in questo caso è la madre terra che si vede dall' oblò bietro di lei bella e avvolgente. Quella scena mi ha fatto venire i brividi. Per poco non scoppiavo a piangere e sinceramente non so neanche io bene il motivo! Questo film è da vedere perché ogni punto di vista è diverso, ognuno carpisce la vita a modo proprio e questo film tira fuori tutte le cose positive che uno aveva dimenticato! e cioè che per quanto dura sia la vita non bisogna mai arrendersi, perché c'è sempre modo di rinascere e di vivere la vita a pieno, anche se il dolore ci butta nell'oblio più profondo ( che in questo caso è realmente buio e profondo ) BELLO BELLO BELLO, il regista è riuscito a rapirmi con una facilità assurda immergendomi in un modo che desideravo vedere da sempre e grazie a lui e alle riprese direttamente dal punto di vista della protagonista ho potuto fare un viaggio nello spazio comodamente seduta nella sala di un cinema. Un sogno che si avvera ad occhi aperti! La parte che mi ha colpito di più è stata la fine ( scusate se faccio spoiler ma questa scena mi ha emozionato e devo dirla! ) Quando lei finalmente tra le braccia di madre terra si alza in piedi totalmnte nuova e barcolla come un neonato che impara a camminare e si rialza con la consapevolezza di essere vivo e di essere libero!!! Su questo film non ho altro da aggiungere, solo che è stupendo e che è di un intensità unica! e gli effetti speciali sono stati impeccabili! GUARDATELO E NE USCIRETE DIVERSI RINATI!

P.S a breve tre video su you tube......mi stò dando da far ahahahahha e la recensione sul blog di Shadowhunters città delle anime perdute ciaooooooooooooo XOXOXOXOXOXOXO 

lunedì 7 ottobre 2013

:. ROMICS ROMA 6-10-2013 .: IL PAESE DEI BALOCCHI

Salveeeeeeeee Mio Dio ho ancora addosso l'adrenalina. Come saprete ieri c'è stata l'ultima giornata del Romics a Roma, e non volevo farmela sfuggire. Il mio Cosplay era Lady Jace di Shadowhunters ed è uscito alla grande, ma partiamo dall'inizio. Non appena arriviamo ci troviamo in un parcheggio immenso con tutti i Cosplay che si preparavano per entrare. Una miriade di persone dai costumi più strani e belli mai visti. dal Signore degli anelli a I simpson, da Devil May cry a tutti i personaggi di Batman. Dai videogiochi ai fumetti. Era praticamente come vivere nella mia testa, solo che li erano tutti reali e potevi toccarli, parlarci. Erano talmente perfetti che non uscivano mai dai loro personaggi. Ho passato una giornata intera a fotografare e a farmi fotografare. Il mio costume da Shadowhunters e il mio Stilo ha fatto davvero furore, tanto che venivo fermata spesso per fare delle foto. Quello è il mondo perfetto, dove nessuno viene discriminato, dove ognuno può andare in giro come vuole senza pensare a quello che pensa la gente, anzi; più il costume è appariscente e strano più fai un figurone. Ho potuto conoscere un sacco di gente, un sacco di ragazzi che vestiti da Shadowhunters come me e la mia parabatai ci urlavano quanto fossimo belle ahahahah. Il calore dei nostri Fratelli Nephilim era commovente. Mi venivano le lacrime agli occhi <3 era come essere in un film, e ogni stend era un film apparte. Zombie, naruto, Robocop, e chi ne ha più ne metta!. In una giornata non sono riuscita a visitare che un quarto di quello che era la fiera. Era cosi immensa che gira che ti rigira ti ritrovavi a girare in tondo dalla confusione. Di gente ce n'era senza fine e questo rendeva tutto molto caotico nelle gallerie dove si trovavavno le bancarelle e gli stend con tutti gli oggetti vari. Perfino i bambini entravano talmente bene nei personaggi da sembrare loro in carne e ossa. Una bambina Vestita da Arale mi ha proprio colpito; identica, stessa espressione, era dolcissima <3 Nel viaggio ho avuto anche il piacere di incontrare la mia coo-blogger Simona di   LadyMaruders: Always che è una ragazza stupenda, ed era vestita niente popò di meno che dal Dottor Who ^_^ è stato un vero piacere condividere questa giornata anche con lei, e incontrare strani tizi che si infilavano
nelle conversazioni senza sapere se fossero amici di una o delle altre ahahahahah il massimo. Li erano tutti amici, un posto dove la discriminazione viene abbattuta creando una sola e unica realtà; quella della fantasia ^_^ Non vedo l'ora di preparare il nuovo Cosplay per il Romics di Aprile\maggio, credo che farò Yuki Cross del Manga e Anime Vampire Knight...voglio farla identica. Detto questo non rimane che postarvi le foto della giornata che troverete sulla barra insieme alle altre pagine. Intanto preparo il video della giornata di ieri e continuo a sognare il giorno in cui rincontrare tutte quelle persone e tante altre ancora per vivere tutti insieme ancora un altro giorno stupendo e magico come quello di quest'anno........VIVA IL ROMICS.....E VIVA LA FANTASIA <3 questo è il link del VIDEO SUL ROMICS

venerdì 4 ottobre 2013

:. The vampire Diaries 5 stagione .: Si riparte a sognare....e i sogni qui sono rosso sangue

Non vi dico la contentezza che stò avendo in questo momento mentre scrivo questo post ^_^ Finalmente si riparte con la serie vampiresca più bella di sempre, The Vampire Diaries. Nell'ultima puntata della quarta stagione avevamo lasciato Stefan nella cacca fino al collo, infatti il povero Stef viene a scoprire che è il dopplengangher di Silas e viene cortesemente messo in una cassaforte e buttato giù in un lago a fare un bagnetto.....Ricorda di non dormire Stef, chi dorme non piglia pesci ahahahahahah. Quindi Silas prende il posto di Stefan nella vita di tutti i giorni. Matt se la fa liberamente con Bekka e cosa allucinante Katerina Petrova adesso si ritrova ad essere una semplice umanuncola....Io se fossi Elena le farei passare le pene dell'inferno!!!eppure non so perché ma ho la sensazione che non durerà molto come umana, e che la signorina troverà il modo di tornare un vampiro!! ( idea personale ) Finalmente Elena ha aperto gli occhi e ha dichiarato apertamente di amare Damon, e che vuole stare con lui. ( questa scena è stata talmente stupenda che giravo per casa urlano siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ) Quindi la storia nella prima stagione riparte con Elena e Damon che sembrano due piccioncini, mentre lei e Caroline se ne stanno bene bene nel college; infondo anche loro anche se immortali devono vivere la loro vita. Ma Elena inizia a capire che c'è qualcosa che non va proprio in Stefan, e chi più di lei potrebbe accorgersene visto che se li è passati entrambi e li conosce ben bene. Intanto si aggiunge un nuovo personaggio, che è megan, compagna di staza al college di Elena. 5x1 di TVD e ricordo la prima puntata di the originals che andrà a pari passo con the vampire diaries...Io ancora nonm le ho viste, me le godrò per bene questa sera in totale relax ;-D per adesso questo è tutto, ci risentiamo per la recensione della puntata di The originals e The Vampire diares ciao ragazzuoli ;-D
Insomma ci saranno tante emozioni forti in questa nuova stagione, e sono sicuro con altrettante uccisioni e sangue sparso ovunque. Intanto vi lascio il link della

giovedì 3 ottobre 2013

:. Romics Roma dal 3 al 6 ottobre .: prossima tappa per il blog ;-D

Salve bella gente, so che mi sono assentata, ma al momento è un periodo abbastanza piatto per me! una noia assoluta :-\ per fortuna però ci sarà questo evento che mi tirerà un pò sul il morale; Siete pronti per una giornata carica di divertimento e dove tutti i cartoni e le fantasie più belle prendono vita???? Si, stò parlando del Romics di Roma. Erano anni che volevo andarci e finalmente quest'anno è quello buono, sarò li domenica 6 ottobre e come una youtubers di rispetto filmerò la giornata per voi ragazzi ^_^ e come una Cosplayer di tutto rispetto ci andrò travestita!!!! Non preoccupatevi non vi farò prendere un infarto ahahahah o almeno spero!!! Ci andrò vestita da Shadowhunters ( ovviamente ) vistò che ho già tutto l'occorrente e non è neanche una cosa vistosissima ;-D Sinceramente non so cosa aspettarmi li dentro. Ho guardato mille video su quello che ci posso trovare dentro ma scommetto che stare li personalmente è tutta un' altra musica!!! Qualcuno di voi c'è già stato? qualcuno che vuole lasciare un commento qui sotto con la loro esperienza???
può farlo benissimo, vorrei proprio sapere cosa aspettarmi li dentro!!!so già che sarà una ficata assurda ma voglio le vostre testimonianze, e cosa ancora più importante.....voi ci andrete al Romics????magari ci incontriamo tutti li ahahahahah sarebbe stupendo!!!già mi sono organizzata con un pò di gente e un' altra blogger per festeggiare insieme questa splendida giornata!!!Fumetti, musica, videgame, arte, libri e personaggi fantastici; praticamente quello è il paese dei balocchi!!!non vedo l'oraaaaaaa non stò più nella pelle ^_^ comunque come ripeto farò un bel video tutto per voi sul resoconto della giornta ;-D e appena ritorno lo posto cosi ci facciamo un pò di risate insieme, so che sarà il delirio li quindi io ripeto ancora la data....3( in corso) -4-5-6 ottobre 2013  XD se volete divertirvi non vi resta che venire anche voi!!!!che fate......non venite????daiiiiii vi spetto li ;-D

martedì 24 settembre 2013

:. 30 seconds to mars & Daft Punk .: la vera musica che entra nel cuore in due stili totalmente diversi

Salve a tutti....sono un paio di giorni che non riesco a fare altro che ascoltare musica.....cioè di solito lo faccio sempre almeno un paio di ore al giorno, ma ultimamente sono davvero una drogata. Il mio genere preferito è molto vario..... Sono una fan dei 30 seconds to mars; Adam Lambert; Lindsey Stirling; Blackmill, e Daft Punk, Skrillex. Io amo in modo assoluto la musica Dubstep e Elettronica. E voglio dedicare questo post a loro. Genere musicale che non tutti amano ascoltare, ma che dovrebbero, perché non sono tutte casino e bombardamento di cervello, anche se quella è la migliore ahahahah. Perché il modo in cui la musica viene unita al ritmo ti entra dentro l'anima! Per esempio in questi giorni stò a ruota libera con la canzone Doin it right- Daft Punk (dj francesi che iniziarono la loro carriera nel 1993) e consiglio di sentirla perché in me scatena una palpitazione assoluta.....e sempre dei Daft Punk non riesco a fare a meno di ascoltare una delle colonne sonore di Tron Legacy- The son of Flynn oppure Harder-Better-Faster-Stronger *___*. Io credo che le parole siano solo una cosa in più nella musica. Ascolto prima la melodia, e dopo le parole ( se ce ne sono ) Ma è per questo che preferisco questo genere musicale, perché senza neanche dire nulla sono in grado di scatenare una vera e propria guerra di emozioni.  Bhè caso apparte sono i 30 seconds to mars, che nel mio cuore sono in cima a tutti. Jared Leto secondo me è il genio della musica e diamine c'ha 40 anni e ne dimostra 20 è la bellezza fatta uomo. Hurricane, The kill, Up in the air, Alibi, Stronger (presa dai Duft Punk)
 Closer to the Edge, City of angel....potrei elencare tutti gli album per quanto li amo. Non so che darei per andare ad un concerto dei 30 sarebbe un sogno che si avvera; è in cima alla mia lista di "cose da fare prima di passre ad altro XD" oppure di Skrillex, Daft Punk, Lindsey. Dio mio sarei sempre in viaggio ahahaha. Sono canzoni che ti fanno venir voglia di urlare, la musica vera è questa, quella che ti fa esplodere di gioia. Emozione per le orecchi e per l'anima. I loro video sono cosi alternativi, la loro musica cosi coinvolgente e unica. La musica è il dono più bello che sia stato dato, non sarebbe lo stesso senza di essa. Da essa io traggo tutte le fantasie per le mie storie, senza non riuscirei a scrivere una parola. Quindi direi che la mia musa ispiratrice sia la musica. E la mia curiosità di oggi è: Voi ascoltate questo genere? intendo la Dubstep e la musica Elettronica???? e qual'è quel genere musicale che proprio amate alla follia? quale cantante è in grado di scatenare con la sua voce quel turbinio di sensazioni uniche e stupende nel vostro essere????????sono davvero curiosa, perché ogni genere racconta un pò della persona che si è....XOXOXOXOXO

P.S 30seconds to mars SEMPREEEEEEEEEEEEEEEEE senza di loro sarei persa.....grazie Jared Leto per la splendida musica che ci regali ^_^ e grazie alla musica Dubstep e Elettronica che è in grado di scatenare emozioni senza dire nulla....siete la musa dei miei racconti <3

:. Il cuore di un Dio .: mini storia parte 9

<< lo sapevo che eri un tipo strano! e sapevo che c'entravi qualcosa li dentro! >> Lo aiutò a stendersi, sembrava esauto. << e io non credevo che un'umana potesse cacciarsi in pericoli di morte due volte in due giorni! >> Remus era arrabbiato, perché aveva esaurito le poche forze che aveva per proteggere di nuovo quella patetica umana. << sei il Dio della guerra no, se la cosa ti avrebbe fatto piacere potevi lasciarlo fare! io nn ti ho chiesto niente! >> La faccia di remus si storse. << invece di ringraziarmi è questo che mi merito! >> Di nuovo con quel suo dito provocatorio lo puntò dritto verso di lui. << senti un pò, di cosa dovrei ringraziarti, di avermi salvato anche se avresti fatto volentieri a meno. Sarai anche un Dio, ma questo non ti permette di essere irriconoscente e arrogante fino all'inverosimile >> << che succede qui? >> chiese Bryan che si affacciò assonnato alla porta. << Niente! >> Urlarono entrambi, e lui se ne andò a gambe levate. Remus per la prima volta nella sua vita si arrese, aveva trovato qualcuno duro e cocciuto quasi quanto lui. Come una sfuriata tra gattini la cosa sembrò finire cosi com'era cominciata. << puoi stare qui questa notte. Riposati >> Remus non obbietto, e la guardò uscire ancora un pò arrabbiata, ma con quel pigiama che la rendeva davvero buffa. Il mattino seguente Alissa si sevegliò con tutte le ossa della schiena che scricchiolavano. << dormito bene mio signore! >> Disse lei scherzosamente buttandogli il cusino che era caduto sulla testa. << perché se la cosa ti rende felice io ho dormito da schifo! >> Remus si stirò, allungando i muscoli delle braccia verso l'alto. << ora che mi ci fai pensare si....il tuo letto è davvero comodo. questo è quello che ti meriti per aver offerto a un Dio un posto squallido come quello per dormire! >> Il viso Di Lisy si contorse in una smorfia. << Ti dispiacerebbe uscire, sai vorrei cambiarmi! >> Remus si grattò il meno. << a dir la verità si, mi dispiacerebbe. Sai la mannina sono abiyuato a fare molta attività fisica >> Si altò dal letto intrappolando Lisy tra lui e l'armadio. << tu hai davvero, ma davvero dei seri problemi >> Lo spinse via << perché? perché provo a sedurti? in fin dei conti non sei proprio da buttare! >> La faccia di Lisy si disturse dalla rabbia. << stò per darti un calcio su quel tuo culo Divino..... >> poi pensò all'allusione del tutto inaspettata. << o grazie, lo hai notato anche tu! >> Se ne andò prima di fare qualche altra gaff involontaria. << sei assurdo! >> Urò dal bagno. << e tu una guastafeste >> Nel frattempo sull'olimpo Veridia non si dava pace. Guardava e riguardava lo specchio della terra, era convinta che lui non fosse più sull'olimpo. Erano due giorni che nessuno sapeva dove fosse, e nessuno spariva dall'olimpo senza lasciare tracce. Pericle la osservava e si struggeva con lei. Era riuscito a liberarsi per un pò di lui, ma era stato tempo perso, cosa sarebbe successo quando Remus sarebbe tornato? Non aveva concluso nulla con Veridia, ma dato che ormai il gioco era fatto avrebbe potuto far si che lei lo odiasse. Si, avrebbe usato questo gioco. L'amore ti fa fare cose stupide per chi ami, e Pericle voleva fare il gioco più sporco di tutti. Non appena Veridia si allontanò dallo specchio lui prese il suo posto. doveva trovarlo, e escogitare il suo piano di vendetta. Avrebbe truccato per fino lo specchio se necessario. Una volta che Veridia avrebbe odiato Remus nulla poteva tenerla lontana da lui. Una volta che Lisy si era cambiata Remus non la trovò più cosi buffa, al contrario. Il vestitino corto e bianco arrivava poco più su delle ginocchia. La cintura oro le faceva risaltare il colore dei capelli. << andiamo, usciamo! >> Lisy nn aveva lavoro quel giorno. << e dove vuoi portarmi? è un appuntamento? >> La segui fuori. << no, bhé in realtà si. Ma è un appuntamento di lavoro. In fondo non capita tutti  i giorni di incontrare il discendente di Ares no? la mia vena giornalistica freme di curiosità >> Con tutta l'eleganza  le porse il braccio. << si usa così dalle vostre parti no? >> Lisy sorrise. << veramente questo non si usa da un centinaio di anni >> Aveva colpito di nuovo il suo orgoglio, ogni volta che tentava di essere gentile lei lo affondava. Abbassò il braccio infilando le mani in tasca, ma lei si aggrappò al suo polso costringendolo a tirarlo fuori e stringendogli la mano. << non farti strane idee. non volevo farti fare la figura dello scemo! >> Cercava di non fissarlo, anche perché era diventata rossa come un pomodoro. << e dove mi stà portando giovane reporter? >> L'aria era tiepida, e il sole piacevole sulla pelle. << andiamo al parco, li è tranquillo, e si può parlare liberamente >> Non era da remus parlare di se, non gli piaceva avere persone che chiedevano del suo passato, soprattutto ad un umana, che non doveva neanche sapere della sua esistenza; ma ormai il gioco era fatto, e avrebbe risposto volentieri alle sue domande che sapeva erano sicuramente freccie rpventi e velenose.

mercoledì 18 settembre 2013

:. Shadowhunters città degli angeli caduti .: Frasi del libro

Bene bene, era un pò che non riaprivo la rubrica, spero che le frasi messo fin'ora siano di vostro gradimento. Ma adesso passiamo ad un nuovo capitolo, iniziamo subito con le frasi più belle che ho trovato:

- E' che mi chiedevo cosa sai dei matrimoni fra shadowhunters.
-Non ci sono anelli- rispose Clary accarezzandogli con le dita la nuca, dove la pelle era più morbida. - Soltanto rune.
- Una qui- disse lui toccandole delicatamente il braccio, sulla scottatura, con la punta del dito. - E un'altra qui.- Le fece scorrere il dito fin su per il braccio, le attraversò la scollatura e scese fin sopra il cuore, che batteva veloce. - il rito deriva dal Cantico di Salomone: "Mettimi come sigillo sul tuo cuore, come sigillo sul tuo braccio; perché forte come la morte è l'amore".
-Il nostro è ancora più forte-sussurrò Clary, ricordandosi di come lo aveva riportato in vita. questa volta, quando gli occhi di lui scurirono, lei gli prese il viso tra le mani e gli coprì la bocca con la propria.


 << L'amor che move il sole e l'altre stelle >>
<< E’ latino>>

 <<Italiano >> disse,<<Dante>>  
 << Non parlo Italiano >>
<<Vuol dire>> disse,<<Che l’amore è la più potente forza del mondo. Che può fare qualsiasi cosa >>



« Tu puoi darmi il passato » sussurrò Magnus. « Ma Alec è il mio futuro. »


<< L’amore non è morale o immorale. È amore e basta>>
  <<Lo so. Ma i gesti che compiamo in nome dell’amore, quelli sì, sono morali o immorali >>


-Cosa?! Tuo padre ha tradito tua madre? Ma è...tremendo- disse Simon.
-Me lo confessò lei- rispose Isabelle. - Mi disse che lui voleva lasciarla, ma poi lei scoprì di essere incinta di Max. sono rimasti insieme e poi mio padre ha lasciato l'altra. Mia madre non mi ha mai detto chi fosse, solo che non ci si può fidare degli uomini. E mi ha chiesto di non raccontare mai a nessuno questa storia.
- E tu? Lo hai fatto?
- Mai prima di adesso- ammise Isabelle.
-Non avrebbe dovuto chiederti di farlo- disse -non è stato corretto.
- Forse- disse Isabelle. -Pensavo che saperlo mi rendesse speciale. Non ho mai riflettuto, invece, su come questa cosa avrebbe potuto cambiare il mio modo di essere. Ora guardo i miei fratelli che spalancano le porte dei loro cuori e penso: Ma siete pazzi? I cuori si infrangono. E penso che,anche quando si ricompongono, non si torna più gli stessi di prima.


Jace non rispose; si alzò in silenzio da terra e prese la maglietta. Guardò Clary e quasi sorrise. << Se andiamo nella Città Silente, farai meglio a vestirti. Cioè, a me piace il look mutandine e reggiseno, ma non so se i Fratelli Silenti sarebbero d'accordo. Sono rimasti in pochi, e non voglio che si estinguano per l'eccitazione! >>
Clary si alzò dal letto e gli tirò contro un cuscino, più che altro come gesto di sollievo.


<< Però, Magnus, non me l'hai mai detto. Non mi hai mai avvertito che sarebbe stato così, che un giorno mi sarei svegliato e mi sarei accorto di star andando in una direzione che tu non potevi seguire. Non mi hai mai ricordato che siamo essenzialmente diversi. Non c'è "finché morte non vi separi", per chi non muore mai. >>

<< Non si possono avere due padri>> disse Jace.
  <<Certo che sì >> ribatté Simon <<Chi dice il contrario? Posso comprarti uno di quei libri per bambini, "Timmy ha due papà". Ma non credo ne abbiano uno intitolato "Timmy ha due papà, di cui uno cattivo". A quello dovrai pensarci da solo >>



<< Ora guardo i miei fratelli che spalancano le porte dei loro cuori e penso: -Ma siete pazzi?- I cuori si infrangono. E penso che, anche quando si ricompongono, non si torna più gli stessi di prima >>

<< A dire il vero non mi piace quando la gente mi chiama vampiro.
Ho un nome >>  rispose Simon. << E credo che farò bene a ricordarmelo. Dopotutto fra cento o duecento anni ci saremo solo io e te. >> Magnus lo guardò con aria pensierosa: << Saremo tutto ciò che resta >>


 Ogni nascosto aveva sangue di un odore diverso: le fate sapevano di fiori morti, gli stregoni di fiammiferi bruciati, altri vampiri di metallo. Clary una volta gli aveva chiesto di cosa odorassero gli Shadowhunters. "Luce del sole", le aveva risposto

<<Quanto vuoi bene ai tuoi amici Shadowhunters; come il falco che adora il padrone che lo lega e lo benda >>

Jace ansimava, coi pugni chiusi lungo i fianchi e i capelli incollati alla fronte per il sudore. <<  Tu e le tue conoscenze >> disse a Lilith. << Conoscevo Michele, conoscevo
Samael, l’arcangelo Gabriele mi faceva i capelli. Sembri una che cerca di imbucarsi a una festa di VIP biblici.>>

:. L'ombra di Luca .: Breve e intenso racconto di Cristina Biolcati

Salve a tutti, oggi diamo spazio ancora una volta ad un altra autrice Italiana. La storia di cui vi parlo oggi è di poche pagine; ma questo non toglie il lavoro e la forza della scrittrice, equesta storia, nel suo breve cammino racchiude tanti temi che ti fanno pensare una giornata intera. La storia parla di due amici, due bambini, molto diversi tra loro. Uno ( Ludovico ) è forte, ordinato, un bambino proprio come tutti gli altri. L'altro invece ( Luca ) è paffuto, imbranato e purtroppo preso di mira dai suoi compagni di scuola solo perché ha gli occhiali e preferisce starsene per i fatti suoi. Il racconto viene vissuto da Ludovico che ormai grande ricorda la loro amicizia e la loro infanzia. Di come quel povero bambino a perso sua madre, di come voleva renderle omaggio lanciando i palloncini nel cielo per lei, e non c'è riuscito per colpa della sua sbadataggine. Di come una persona non si deve sentire identificata in un nomignolo dato a scuola ( in questo caso ombra ) perché nessuno a il diritto di identificare una persona solo dal modo in cui si veste o come interagisce con la gente. Questa storia parla di un bambino che non si è arreso alle difficoltà che il mondo gli ha messo davanti. Di come il futuro cambia e muta intorno a noi. I temi racchiusi in queste pagine come ripeto sono tante, e il fatto che la scrittrice sia riuscita a racchiuderli in pochi capitoli è sbalorditivo. Ti lascia capire tutto con un gesto, una parola. Ti fa capire quanto può essere difficile la vita di un bambino, soprattutto nei banchi di scuola, dove i più buoni di cuore vengono sempre sottomessi. Ma non in questa storia. ( in un certo senso ) Luca rinasce, non come Ombra come tutti lo chiamavano, ma come la splendida persona che è sempre stata e che Ludovico vedeva. Il grande piccolo pittore che a scuola lasciava dipingere i suoi disegni all'unico amico che aveva, e che adesso era un rinnomato Artista e un premuroso padre. Questa storia fa capire che le cose cambiano, che non è un nome a identificare una persona, e che nessuno è un OMBRA in questo mondo, perché tutti siamo colorati e impressi in questo mondo. Complimenti a Cristina Biolcati che è riuscita a farmi addolcire la giornata con queste amabili e succose righe. Anzi, consiglio a tutti di leggerlo, metterò qui il link che è gratuito, troverete l'E-Book di questa intensa storia di un bambino divenuto uomo, un uomo che non si è perso nella propria Ombra....................................----------------------->> qui la storia L' OMBRA - Cristina Biolcati

lunedì 16 settembre 2013

:. P.S. I love you .: recensione ( stò già piangendo )

Buongiorno ragazzi, vi sono mancataaaaaaaa spero di si, perché sono influenzata a morte, ma oggi che mi sento leggermente meglio sono qui per parlavi di un film che non ho avuto mai il coraggio di vedere; ma l'altra sera non so per quale motivo l'ho voluto guardare. Stò piangendo solo ricordando le scene nella mia testa, Stò parlando di un film non fantasy questa volta, ma dalla bellezza stratosferia. P.S. I love you. Qui la trama:


È la storia di Holly e Gerry, una coppia giovane e felice fino a quando improvvisamente Gerry si ammala e muore. Holly, ancora ventinovenne, si ritrova già vedova e con un senso di vuoto nella sua vita. È arrabbiata perché si sente tradita da Gerry, proprio lui che le aveva promesso di starle accanto per il resto della sua esistenza. Ma Gerry non ha dimenticato la promessa fatta mentre era in vita e trova il modo di farle avere una lettera in date ben precise, con un messaggio che le possa essere d'aiuto per ritornare a vivere anche senza di lui e alla fine di ogni messaggio non dimentica mai di ricordarle una cosa: P.S. I love you! Pian piano Holly impara che deve continuare a vivere anche senza Gerry, che rimarrà per sempre nel suo cuore.

Bene, P.S. I love you è tratto dal libro di Cecelia Ahern. Il film parla appunto di questa coppia sposata, la classica coppia innamorata persa da una vita che si sono sposati giovani ( 19 anni lei ). Con i classici dilemmi di tutte le coppie normali, i soldi, la casa, la famiglia che uno dovrebbe farsi. Gerry è il tipo di persona istintiva, dolce e ama follemente Holly e vuole un figlio, ma lei è troppo ostinata con il suo pensiero di casa perfetta e vita pefetta che la assilla per poter dare il meglio al futuro figlio, e quindi rimanda sempre questa "clausula" del rapporto. Poi un giorno Gerry si ammala, tumore al cervello, che lo porta vita da Holly. Una morte che ha lasciato tutti quanti con un vuoto incolmabile, soprattutto la giovane moglie che lo amava cosi tanto da essere tutt'uno con lui. holly ne rimane devastata, si chiude in caa, parla con lui, lo vede perfino, ma lui non è li, non è reale, e questo la distrugge ancora di più quando alzandosi da quel letto ogni mattina lo trova vuoto; dove un tempo dormiva la sua anima gemella. Credo non ci sia cosa più brutta. Il giorno del suo compleanno le arriva una torta, con una cassetta registrata, era proprio la voce di Gerry. La voce le diceva che da li in poi le sarebbero arrivate delle lettere scritte da lui, per aiutarla a superare quel momento anche se sui non poteva essere fisicamente con lei, e si firmava sempre con un P.S I love you. le lettere daranno la forza per uscire di casa e affrontare quest'ultimo viaggio insieme. La madre le dice che è una follia, che sarà ancora peggio un giorno che le lettere finiranno. Ma chi rinuncerebbe a sentire anche per un ultima volta la persona che più si ama, nessuno, e quindi fa tutto quello che dice Gerry nelle sue lettere, portandola a farle ricordare che la vita va avanti. Parere personale io sono stata due ore e mezzo a pingere. Credo che perdere l'anima gemella, la vera anima gemella sia la cosa più brutta che ti possa capitare. Perdi la tua ancora, un pezo della tua vita, e niente potra aiutarti a superarla. Nel film fa vedere che lei troverà la forza di amare ancora, ma io non credo sia lo stesso amore. L'amore dell'anima gemella è latonico, unico, un pezzo di puzzle che si unisce perfettamente a te, e dubito che si possano provare sentimenti cosi. Lo so che quello che dico non è incoraggiante, ma io, che sono fidanzata da 8 anni, e ho 24 anni, è praticamente la mia vita, per questo durante il film piangevo come una matta, perché se dovesse succedere a me io avrei reagito allo stesso modo. Lui è il pezzo più importante fin'ora della mia vita, e se mi venisse portato via il mio cuore si spezzerebbe, e dubito che potrà ritornare quello di sempre. Ma non voglio pensare a questo, torniamo al film. ^_^ I personaggi sono stati stupendi, mi hanno fatto impersonare talmente tanto che sapevo cosa provavano in ogni minuto del film. Non credo che troverò la forza di guardarlo ancora, perché per quanto questo film sia magnifico ci vuole una certa forza per vederlo. Non è facile affrontare una cosa cosi, e sinceramente averlo visto mi ha fatto capire ancora di più quanto conta avere il mio ragazzo al mio fianco, e cosa sono disposta a fare per lui, e per noi. Mi ha fatto capire che il vero amore Esiste, che la vita va vissuta e non rimandata, che si può risorgere sempre, anche in modo del tutto diverso. che si può trovare se stessi anche dopo un grande dolore. Che la vita continua, anche se un pezzo di te si ferma se dovesse succedere una cosa cosi. Per il resto io Sono rimasta impressionata e dico solo di dare sempre importanza a chi avete accanto e di vivervi l'un l'altro perchè se è vero amore non morirà MAI <3 <3 <3 <3

giovedì 12 settembre 2013

:. L'evocazione .: recensione film [ film da paura allo stato puro ]

Alloraaaaaaaaaa buongiornoooooo o buonasere, dipende da quando leggerete questo post ^_^ Oggi voglio parlarvi di un film che ho visto un paio di giorni fa, che è appunto l'evocazione. Come saprete il fantasy non è il solo genere che mi appassione, ho una amore per l'Horror, ma non l'Horror di serial Killer e cavolate varie ( tranne per Hannibal e Jack lo squartatore e cose cosi ), ma l'Horror vero come l'esorcista, il mai nato, e tutti quei film che parlano di fantasmi e esorcismi. L'horror che quando vai a dormire senti davvero la paura del buio entrarti nelle ossa. Questo è il vero Horror, e la trama di questo stupendo film è questa: 

Ispirato a eventi realmente accaduti. Il film racconta la storia degli investigatori Ed e Lorraine Warren, chiamati ad aiutare una famiglia per liberare la loro casa da una presenza maligna. Il demone contro cui si trovano a combattere terrorizza gli stessi Warren, che dovranno affrontare il caso più inquietante della loro vita. 

Bene....Allora già che il film è basato su una storia vera mi piace un casino. Bhè certo mi dispiace per la famiglia, ma è quel genere di storia che ti fa tenere col fiato sospeso solo per il fatto che a delle persone normalissime è successa una cosa del genere. La storia narra che:
Nel 1971, ad Harrisville, nel Rhode Island, Carolyn e Roger Perron si trasferiscono in un vecchio casale con le loro cinque figlie. Durante il primo giorno le cose sembrano andare per il meglio, anche se trovano la porta della cantina stranamente sprangata e il loro cane si rifiuta di entrare in casa. Il mattino dopo, Carolyn si sveglia con un misterioso livido e il cane viene ritrovato morto. Nei giorni a seguire nella casa si verificano varie forme di attività paranormale, le quali culminano con Carolyn che si ritrova intrappolata in cantina mentre una delle figlie viene attaccata da uno spirito somigliante ad una donna anziana; Roger intanto si trova spesso fuori casa per lavoro. Carolyn, sempre più spaventata, chiede quindi aiuto alla coppia di investigatori del paranormale Ed e Lorraine Warren, marito e moglie, lei anche chiaroveggente. Dopo delle indagini preliminari, i Warren spiegano che potrebbe essere necessario un esorcismo, il quale non potrà però essere effettuato senza ulteriori prove di una presenza demoniaca e l'autorizzazione della Chiesa cattolica. I due analizzano quindi la storia dell'abitazione, scoprendo che il casale apparteneva ad una presunta strega, Bathsheba, la quale si era suicidata impiccandosi all'albero antistante la casa, professando il suo amore per Satana e maledicendo tutti coloro i quali avrebbero posseduto la sua proprietà. Trovano anche resoconti di numerosi omicidi e suicidi avvenuti negli anni in case costruite sul terreno appartenuto alla presunta strega. Dopo aver appreso ciò, Ed e Lorraine ritornano nel casale per raccogliere prove allo scopo di ottenere l'autorizzazione per un esoricismo, accompagnati da un assistente di nome Drew e uno scettico polizitto locale, Brad. Durante il primo giorno non sembra accadere niente di strano, ma l'indomani ricominciano a manifestarsi presenze demoniache. Durante la notte, in particolare, una delle figlie, Cindy, sonnambula entra nella camera della sorella, con la porta della stanza che si chiude bruscamente dietro di lei. Quando gli adulti entrano nella camera, Ed trova Cindy nascosta in un passaggio segreto dietro l'armadio. Subito dopo, Lorraine ispeziona tale passaggio, trovando la corda per impiccagione usata da Bathsheba, per poi cadere attraverso il pavimento nella cantina, nella quale ha delle visioni su di lei e su un altro spirito. Si tratta di una madre che Bathsheba aveva posseduto per uccidere il rispettivo figlio. Successivamente, Ed e Lorraine riportano i fatti alla Chiesa, mentre la famiglia Perron si rifugia in un hotel. Intanto, anche la figlia dei Warren, Judy, viene attaccata da forze soprannaturali. Più tardi, Carolyn si ritrova posseduta e ritorna nella casa portando con se due delle sue figlie, Christine e April. Appena saputo quello che stava avvenendo, i Warren si affrettano a ritornare nel casale, dove trovano Carolyn che tenta di accoltellare Christine, mentre Drew e Roger cercano di trattenerla. Dopo che Carolyn viene immobilizzata, Ed decide di eseguire l'esorcismo da solo. Tuttavia la donna, ancora posseduta, si libera e prova ad uccidere April. Lorraine riesce però a fermarla, consentendo al marito di completare l'esorcismo.
 Parere personale di questo film è che fa davvero paura. Mischia le paure più grandi. Rumori sospetti, le
obre dietro la porta e sopra la parte scura dell'armadio. Il mostro sotto il letto e il più grnde; La possessione demoniaca. Ti mantinere con il cuore in gola fino a dire " e dai tanto lo so che adesso sbuca qualcosa" e tu stai li a mangiarti le unghie o con le mani sul viso senza coprire gli occhi ad aspettare che quel qualcosa avvenga. La scena più terrificante in assoluto è quella finale dove la madre viene posseduta da questo demone e quindi si troveranno a fare un vero e proprio esorcismo. Quella scena mette davvero i brividi, e pensare che è successo davvero ad una povera donna la cosa crea un certo trauma nella mia piccola e contorta mente ahhahahahha Questa è la scena più forte, ma tutto il film è degno di un grandissimo Horror di tutto rispetto. Era tempo che non mi spaventavo, e questo film ha risvegliato in me quell'adrenalina tipica da film Horror, quindi se volete vederlo io lo consiglio per una nottata di paura e sussulti assicurati 

mercoledì 11 settembre 2013

:. Il cuore di un Dio .: mini storia parte 8

Veridia iniziava a preoccuparsi, non era da Remus stare lontano dall'olimpo per cosi tanto tempo, anzi, non era proprio da lui allontanarsi. L'unica cosa che ancora non la faceva entrare nel panico era che lui era una testa calda, e quindi poteva aspettarsi di tutto, magari era chiuso chissà dove a crogiolarsi nel sangue di antiche battaglie, oppure stava nel letto di qualche piccola Dea. Ecco, a quell'idea Veridia rabbrividì, lui era suo, e doveva restare cosi. Alissa quella sera ordinò una pizza, non aveva davvero voglia di cucinare, soprattutto per quell'arrogante e presuntuoso. Spazzolò tutto nel giro di pochi minuti, mentre lei era ancora al primo pezzo di pizza. << fame? >> chiese lei sorpresa da quanta roba aveva ingerito. << dove abito io non cìè cibo cosi! >> Si leccò le dita dal sugo. << bhè allora non deve essere un bel posto! >> Alissa era incuriosita da lui. I suoi occhi brillavano di una luce strana. << che ci facevi nella vecchia fabrica? >> Remus si mise sulle difensive. << non sono affari che ti riguardano piccola e fragile umana >> Addio alla persona socievole che era alla porta poche ore prima. << faccio ancora in tempo a sbatterti fuori ricordatelo >> Gli prese la maglietta per il colletto. << non lo farai invece >> Stava per dargli uno schiaffo ma lui le bloccò la mano. << smettila di fare l'isterica >> Sussurrò al suo orecchio. Le guance si avvamparono di rosso, ma non per l'emozione, ma  per la rabbia. stava per picchiarlo di nuovo con la mano libera quando Brian entrò dalla porta. << pizza, mi hai lasciato un..... >> Guardò la strana posizione in cui si trovavano i due. << o, bhé scusate >> Sul suo viso si formò un sorriso malizioso. << tu, non farti strane idee >> indicò l'amico che alzò le mani al cielo << e tu, il pavimento andà benissimo per te >> La faccia di lui si indurì. << pavimento? e io che pensavo avresti condiviso con me il tuo letto! >> Si spostò da lui superando anche Brian. << se vuole può prendere il.... >> Alissa gli tappò la bocca. << non puoi dormire sulla poltrona con il tuo problema alla schiena amico mio >> Brian aveva la faccia confusa. << ma quale proble..... >> gli pizzicò dietro la schiena. Si girò con le lacrime agli occhi. << si, giusto! >> La sua faccia si alleggerì. << bene, allora è deciso! >> La poltrona era scomodissima, non si sarebbe addormentato li, neanche se ci avesse provato tutta la notte, in fondo gli stava facendo un favore. Brian si chiuse in camera, non voleva neanche sapere cosa stesse combinando Alissa con quel tipo, e non gli importava nemmeno. Alissa fece una lunga doccia calda. Nell'angolo della doccia parte dei vestiti di Remus, o almeno quello che ne rimaneva. stava per buttarli quando qualcosa brillò. Una spilla, come per sorreggere un pezzo di stoffa che ora non c'era più. C'era raggigurato sopra un elmo in argento, uno di quelli antichi che si usavano nelle battaglie, simili a quelli Spartani. Lo prese e lo infilò nella tasca dei pantaloni del pigiama con gli orsacchiotti. Usci dal bagno e prese lo stretto necessario per far accomodare il suo ospite sul freddo pavimento. Era seduto sul davanzale della finestra. Non si accorse nemmeno che era li. Chissa a cosa pensava?, si chiese Alissa. Poi gli buttò tutto addosso. << tieni! >> Lui afferrò le coperte e i cuscini senza dire neanche una parola. << tutto bene? >> chiese avvicinandosi. << perché ti importa davvero? >> Quella volta fu colta alla sprovvista, voleva davvero sapere se stesse bene. << scusami, non volevo interrompere i tuoi pensieri >> Si voltò ma lui non glie lo permise. << scusami tu, stavo solo pensando a casa! >> La lasciò andare lasciandole il polso. Alissa non era scorbutica e acida, solo che lui la costringeva ad esserlo, e voleva essere gentile per un secondo. << Lascia, faccio io >> Preparò il "letto" e si sedette comoda. << allora, adesso ti deciderai ad essere un pò più gentile e dirmi che ci facevi nella fabbrica ? >> Chiese prendendo il momento di vulnerabilità. << non mi crederesti mai >> Remus poggiò la schiena sui piedi della poltrona, si sentiva terribilmente indifeso in quel momento, come se fosse in una battaglia senza armatura. << allora puoi dirmi perché non ti trovi a casa tua visto che ti manca tanto? >> Era curiosa, la sua indole la portava a fare domande. << diciamo che per colpa di un conoscente adesso mi trovo sbattuto qui solo perché lui non ha le palle di mostrare ciò che è veramente >> Sentirlo parlare era come ascoltare un professore di storia che spiegava nei minimi dettagli un vecchia storia. Con la voce cosi profonda e attenta a ciò che diceva. << e perché non vai li e gli parli da persone civili? >> Lui sorrise. << non è cosi facile raggiungere casa mia >> La cosa si faceva sempre più fitta, ma almeno stava per dirgli qualcosa su di lui. << e dove si trova esattamente >> Per la prima volta fu lei ad avvicinarsi, spontaneamente, il suo viso rilassato poggiato sulla poltrona che guardava in su le sembrava cosi diverso, quasi fosse un alra persona. Lui sollevò la testa sorpreso di trovarsela cosi vicina. << non te lo dirò mai, ora vai a dormire >> Tornato il tono acido di sempre si scansò via. << bellissimo pigiama comunque, molto sexy >> Non se la prese anzi sorrise. << lo so, diciamo che questo è il mio capo più audace, l'ho indossato appositamente per te! >> Sorrisero insieme. Poi lei ancora incantata dal suo viso gli posò una mano sulla spalla. << ti ringrazio per avermi salvata, buonanotte >> Si alzò, lui era spiazzato dalla sua gentilezza. << di niente, notte >> Le ore passavano, e Remus non riusciva a chiudere occhio, nessuno l'aveva mai ringraziato, non con quel tono, cosi disarmante e gentile. Cosi dolce e timido. Sentiva il bisogno di vederla. di vedere le sfumature dolci e azzattivanti della sua anima. Aprii piano la porta della stanza " ma cosa stò facendo! " pensò lui, eppure era li, poggiato sulla porta che la guardava, avvolta cosi teneramente nel lenzuolo bianco col suo pigiama con gli orsacchiotti. " è solo un umana, una formica " continuava a ripetersi, eppure era li a immergersi nell'alone che sapeva di zucchero a velo della sua anima. Si avvicinò ancora di più, la finestra soffiava sui suoi capelli corti e biondi. Poi un rumore sotto la sua finestra lo fece scattare. Si nascose. una pistola sbucò dalle tende Remus prese la mano dell'uomo tiandolo dentro. questo fece svegliare Alissa, poi fu un attimo, Remus prese le poche forze raccolte e praticamente ustionò l'assalitore fino a renderlo un cumolo di cenere, inondando la camera di luce. Alissa era scombussolata, quando si girò era avvolta tra le braccia nude di Remus, che era senza forze, come svuotato. << ma che diavolo! >> Non credeva a ciò che aveva appena visto << devi farti delle nuove amicizie! >> Alissa era pietrificata. << come hai fatto? >> Non era spaventata perché uno scagnozzo di Kevin aveva cercato di ammazzarla, ma per quello che aveva appena visto fare a Remus. Lo fece sedere sul letto afferrandolo per le spalle sudate. << voglio sapere come hai fatto! ADESSO! >> Ormai l'aveva fatta grossa, aveva rivelato il suo potere, e lei non era stupida da credere a una bugia. << Io sono un Dio, il Discendete di Ares, il Dio della guerra, e la mia casa è l'olimpo, è da li che sono caduto arrivando dritto nella fabbrica >> Alissa era sconvolta, ma non ci volle molto a credere a quela storia, sapeva che c'era qualcosa che gli nascondeva, e adesso sapeva la verità.

: Riddick - il terzo film .: recensione

Ma ciaooooooooooooooo scusate l'assenza, mi sono presa un paio di giorni di vacanza per farmi un pò di cultura di film ^_^ Allora, l'altra sera sono andata al cinema, tutta contenta all'idea di vedere il terzo film di Riddick. Non è proprio il mio genere, ma mi è sempre piaciuto questo film, soprattutto il secondo mi è piaciuto da morire. Ma passiamo alla trama del terzo film, che è questa:

Tradito dalla sua stessa specie e lasciato a morire su un pianeta desolato, Riddick lotta per la sopravvivenza contro i predatori alieni e diventa più potente e pericoloso che mai. Dopo aver fatto dei cacciatori di taglie di tutta la galassia pedine per il suo piano di vendetta, scatena una feroce rappresaglia prima di tornare al suo pianeta natale di Furya e salvarlo dalla distruzione.

Bene, il mo verdetto per questo film è un 5 scarso. Mi sono annoiata parecchio al cinema. La cosa che mi ha lasciato più delusa è il fatto che questo film è praticamente la fotocopia del 1. Lui in fuga, pianeta ostile, mercenari, lui che viene rinchiuso e poi liberato perché c'è bisogno di lui per uscire dal pianeta prima che i mostri ( che questa volta non volano ma sono sotto terra ) li uccidano tutti quanti. Quindi come vedete la trama è identica e ancora questo poveraccio non riesce a trovare questo benedeto pianete dei Furyan. Almeno speravo di vederlo almeno da lontano, invece niente. L'unica cosa che mi è piaciuta del film è stato il suo compagno di viaggio. Un cagnolone gigante (un Dingo ) che però ovviamente fa una brutta fine, e li già volevo uscire dalla sala. Mi dispiace davvero dare un brutto voto al film, ma non mi è piaciuto per niente, al contrario dei primi due che mi presero tantissimo, come ripeto il secondo con la storia dei Necromonger e il pianeta della Nuova Mecca. Quel film è stupendo e questo mi ha davvero delusa. Se dovesse uscire il 4 andrei al cinema, ma solo per curiosità, per vedere se finalmente trova questo benedettissimo pianeta Furyano. Per il resto mi dispiace tanto per Vin Diesel che come sempre è stato eccellente e perfetto nella parte, ma il film è un remake del primo, già visto e abbastanza scontato :-\

venerdì 6 settembre 2013

:. Elysium recensione film .:

Bene bene, questi giorni sono stati un pochetto schifosi per me, per fortuna che c'erano i miei amati libri a farmi compagnia. Oggi voglio parlarvi di un film uscito da poco al cinema. Elysium. La trama è la seguente:

Nell'anno 2154, esistono due classi di essere umani: i benestanti che vivono su una incontaminata stazione spaziale costruita dall'uomo e chiamata Elysium, e il resto della popolazione che vive in un sovrappopolato e disastrato pianeta Terra. Le persone sulla Terra sono disperate e vorrebbero fuggire dal crimine e dalla povertà dilaganti. Inoltre, hanno un drammatico bisogno di cure mediche disponibili soltanto su Elysium. Purtroppo, ad Elysium le legge anti-immigrazioni e le forze in atto per preservare il lussuoso stile di vita dei propri cittadini sono ferree. L'unica persona che ha qualche possibilità di portare equilibrio tra questi due mondi è Max (Matt Damon), un uomo ordinario con un disperato bisogno di entrare ad Elysium. Con la vita appesa ad un filo, Max dovrà suo malgrado affrontare una missione pericolosissima che lo vedrà ostacolare il Segretario di Elysium Delacourt (Jodie Foster) e le sue forze armate. Eppure, se Max riuscirà a trovare un varco, potrebbe non soltanto salvare la propria vita ma anche quella di milioni di abitanti del pianeta Terra.

Allora. Il mio parere personale è che questo film poteva rendere molto di più. Bellissima trama, io adoro queste cose, però non mi ha emozionato particolarmente! Insomma ci troviamo nel futuro, come sempre i ricchi se la passano bene al calduccio e in uno stato eccellente su una sorta di astronave\pianeta, mentre la povera gente come noi che li campa stà a patì la fame sulla terra. Un povero cristo va a lavorare e si ammazza di lavoro per una fetta di pane quando un'incidente lo lascia con soli 5 giorni di vita. Nel pianeta "ricco" ci sono le cure per salvare lui e chiunque sia malato, da qualsiasi cosa. Ma i ricconi non vogliono che i terrestri si infilano nel loro mondo perfetto, quindi chi si avvicina alla navicella viene fatto fuori. All'interno però c'è una matta che vuole andare a capo della navicella e chiede ad un mercenario di recuperare dei file nella mente di un suo collega. Il protagonista lo intercetta prendendo con se questi dati e una volta arrivato sul pianeta fa un macello per far diventare tutti cittadini di Elysium, la navicella dei ricchi. Mi fermo qua perché la fine è stata per me agghiacciante, e se volete vederlo poi mi saprete ridire. Insomma la trama era bella, ma non è stato eccezionale, mi aspettavo mutamenti, viaggi spaziali e super forza, invece niente. Sono rimasta un pò delusa, mentre  guardavo il film sospiravo e guardavo continuamente l'ora! la trama era bella, ma secondo me aggiungendo un pizzico di fantasia in più sarebbe stato un film stupendo. E' un film che non mi pento di aver visto, perché alla fine era decente, ma sono certa che non lo cercherò un altra volta, perché aimé non mi ha trasmesso niente. peccato, bellissimo film ma dal contenuto povero. Credo che questa sia stata la recensione più amara mai fatta ahahahahah però vabbè i gusti sono gusti no????? XOXOXOXOXOXO

sabato 31 agosto 2013

:. Il Cuore di un Dio - mini storia parte 7 .:

Remus stava sotto il getto  d'acqua del piccolo bagno, per niente abituato a quello stile di vita. Pensò a Pericle, e al gesto da infame che gli aveva fatto sbattendolo giù in quella pozza di umani. Senza farlo di proposito di poggiò con troppa forza sulle mattonelle panna sbiadite del bagno rompendone una. << tutto bene li dentro? >> Alissa era dietro la porta, si mangiucchiava le mani, impaurita dal gesto che aveva fatto lasciandolo entrare in casa sua. Non ebbe risposta. << ho bisogno di indumenti! i miei sono inutilizzabili >> Disse Remus col tono freddo. " Indumenti? chi usa più quella parola" Pensò lei alzando un sopracciglio indignata dal comando appena ricevuto. << Non so per chi mi hai presa, ma non sono la tua...........serva! >> Puntava un dito verso la porta quando la porta si aprì. Continuava a non parlare e a tenere il dito puntato verso di lui. Era mezzo nudo, coperto da un'asciugamano rosso porpora, il suo asciugamano. << se vuoi posso restare cosi se preferisci?!? >> In quel momento pensava fosse l'idea migliore. Tolto lo spesso strato di fango era davvero una visione. Capelli neri bagnati e ribelli, occhi di oro colato e un corpo che avrebbe toccato volentieri. " ma cosa stò dicendo!" pensò lei voltandosi rossa in volto. << ti procurerò dei vestiti all'istante tranquillo >> La sua voce tremava. << qualcosa di decente grazie, non sono abituato a stracci >> La bocca di lei si storse in una smorfia. << senti un pò, non so chi ti credi di essere, ma questa è casa mia, e esigo rispetto, CHIARO! >> Tornò a puntargli il dito avvicinandosi rabbiosa al suo volto, ma dovette mettersi sulle punte, perché era troppo alto per la sua minuta altezza. << questo carattenino avresti dovuto tirarlo fuori un paio di ore fa non trovi? >> Gli prese la mano avvicinandola ancora di più. La sua mano si fermò sul suo petto, dandole ancora di più la visione di quegli occhi tremendamente belli da far paura. Gli pizzicò quando vide che non smetteva di avvicinarsi. << e questo perché? >> Domandò toccandosi la parte dove aveva tentato di fargli male. << per la tua arroganza! >> Si scostò scuotendo i capelli biondo grano e si infilò nella camera di Brian. Sul volto di Brian si formò un sorriso, un sorriso spontaneo. << e io sarei l'arrogante! bel modo di ringraziare il tuo salvatore! >> Lisy usci dalla stanza arrabbiata dalla sua cocciutaggine e gli buttò i vestiti addosso, ma questo fece cadere l'asciugamano con il quale si copriva dalla vita in giù. Si Girò coprendosi gli occhi. << Ti .....Ti....Chiedo....Scusa......Che vergogna! >> Non sapeva se ridere o piangere, e si maledisse per la sua sbadataggine. Il Dio invece sembrava essere del tutto a suo agio, era abituato a farsi ammirare. << che c'è, non hai mai visto un uomo nudo? >> Disse divertito avvicinandosi. La giovane ragazza sentì il fiato sul suo collo. << forse è il caso che ti copra con qualcosa non trovi? >> Non voleva più aprire gli occhi. << forse sono già vestito?! >> Le prese il volto facendola girare, ma lei non aprì gli occhi. << non so perché ma non mi fido di te! >> Il viso era rosso. Sapeva che mentiva, perché sentiva ancora fresco l'odore del bagnoschiuma alle more che lei usava sempre. << allora non sprechiamo questa occasione che ne dici! >> Non riusciva a credere a ciò che stava sentendo. Ma che razza si stronzo. << ti sarei grata se ti vestissi, io ora me ne vado nell'altra stanza! >> Voltandosi rossa un pò per rabbia un pò per vergogna e si chiuse in camera sua riprendendo a respirare. Remus rimase li per alcuni minuti, non riusciva a capire se era più sconvolto per il fatto che aveva trovato accettabile l'idea di andare a letto con un'umana oppure il fatto che lo aveva rifiutato su due piedi.I vestiti gli stavano un pò stretti, non amava vestire cosi stretto, sull'olimpo era abituato ad abiti leggeri e si seta purissima, quegli abiti sembravano grattargli la pelle. Si avvicinò alla porta poggiandogli una mano. Una delle caratteristiche che aveva Remus era quello di sentire la pura e le emozioni della gente. Quello che sentiva però non era l' odore della paura che era abituato a sentire. Era un'odore speziato, accattivante, con dei risvolti dolciastri. Provava eccitazione, e timidezza. Un mix che gli era capitato poche volte di sentire. << Sei omofoba per caso? dai esci fuori! >>Alissa sbirciò sotto la fessura della porta per assicurarsi che fosse vestito. Solo allora si decise ad aprire la porta. << no, non è la prima volta che vedevo in uomo nudo! e....ho visto di meglio! >> Mentì spudoratamente, certo, aveva visto altri uomini nudi, ma nessuno bello come lui. << ho i miei dubbi! >> Disse incrociando le braccia al petto sulla maglietta con l'immagine di una corona che si allargava ad ogni suo respiro. << te lo ha mai detto nessuno che sei irritante? >> Socchiuse gli occhi, poi lei si diresse alla cucina. << irritante no, eccitante....si tante volte! >> Si sedette a peso morto sul divano mentre lei tornava con un bicchiere d'acqua che lui le prese dalle mani. << grazie, gentilissima! >> In quel momento avrebbe voluto prenderlo a calci. << ma non hai nessun'altro da importunare? >> Si era già pentita di avergli offerto aiuto. << a dire il vero no, mi hanno sbattuto fuori casa, credo che starò qui per un pò! >> Alissa sgranò gli occhi. << come scusa? io non ti ho mai invitato a restare! non sono problemi miei se sei stato sbattuto fuori! e capisco anche il perché a dire il vero >> Si piazzò davanti a lui, le mani sui fianchi. Remus si sporse afferrando il tavolo dietro li lei, che per lo scontro si sedette su di esso. << ascolta, non muoio neanche io dalla voglia di restare qui, ma non era una richiesta! >> Si sporse verso di lui. << credi forse di spaventarmi, ho detto NO! >> Remus sembrò quasi esplodere dalla rabbia, forse sulla terra non aveva più i fascinosi poteri dell'olimpo, ma ne dubitava, era solo che quella ragazza era più cocciuta di un muro di granito. << sei davvero impossibile! l'essere umani più cocciuto mai visto! >> Sollevò le mani incrociandole sul divano. Per un secondo lesse nel suo sguardo della vera tensione. << Forse se me lo chiedessi in modo gentile e civile potrei pensarci! >> Remus voltò la testa, non si sarebbe mai fatto comandare. << MAI! io non mi abbasserò a voi! >> Lisy non sapeva di cosa stava parlando. << ma come parli?! comunque, dato che è cosi.. >> si alzò andando verso la porta che aprì indicando fuori. << è stato un vero " piacere " >> Remus si alzò pronto ad uscire, ma non aveva tempo per agganciare un altro umani. Riluttante si girò verso di lei. << ok, ok, è tardi, e non ho altri appoggi al momento, posso restare qui? >> Lisy si portò la mano sul mento. << ancora non ci siamo! >> Il Dio sbruffò. << ti stò chiedendo....a......aiuto! per favore >> Quelle parole erano un vero macigno che proprio non volevano uscire. Divenne rosso in volto per la vergogna. Il Dio della guerra che chiedeva aiuto. << non c'è abbastanza enfasi!!!! >> Disse lei sulla porta che aspettava. << non tirare troppo la corda, è il massimo che posso fare! >> Lisy sorrise vittoriosa, almeno era riuscito a metterlo a disagio. Se ne stava andando, a quanto pare non era da lui chiedere aiuto << Dove vai?, dai entra... ma non farmene pentire! >> La guardò con un sorriso facendo l'aureola sulla testa. << Un angioletto! >> Lisy gli tese la mano. << Mi chiamo Alissa, ma puoi chiamarmi Lisy >> La stretta di lui era dura e sicura di se, la cosa non la stupì. << Remus, ma puoi chimarmi Dio >> Lisy sollevò gli occhi al cielo andando via. << il tuo ego fa spavento! >> Disse lei, e lui scoppiò a ridere pensando al fatto che era davvero ciò che le aveva detto.

:. Al Di La Dell' Infinito - Marina Lovato .: Poesie da amare, musica per gli occhi

Buongiorno anime fantastiche, oggi vi faccio leggere un post un pò diverso dal solito, perché non parliamo di storie in se per se, ma di versetti che fanno sognare tanto quanto un libro. Parliamo di poesia!!!! e parliamo di una Scrittrice Italiana, Marina Lovato. Il libro in questione è Al Di La Dell'InfinitoAl di là dell’infinito è una breve ma intensa raccolta di momenti esistenziali dell’autrice, che trova nel gusto delle immagini e del sentimento una qualificante ragione della sua inquietudine. 
La scrittrice, che percepisce l’amore come assenza e ricordo, si interroga sull'infinito e scopre che al di là di esso c’è solamente poesia. Ho avuto il piacere di leggere alcune delle poesie riportate nel libro e devo dire che i versi, proprio come i dialoghi di un libro sono capaci di scatenare emozioni forti. Con questo suo modo romantico la scrittrice fa capire al lettore con quanta enfasi e sentimento è stata scritta, magari entrando in un piccolo stralcio della sua vita, facendo vedere a noi il mondo come lo vede lei, in rima e del tutto romantico. La giovane età poi della scrittrice da un punto di vista totalmente fresco e spontaneo, è questo che rende le sue poesie vera musica per gli occhi, quasi si fosse accarezzati da una coperta di pura seta. Le rime e le parole le senti scivolare morbide e capaci di farti vedere il mondo come è per la scrittrice, ricco di sentimenti e di mistero che si cela dietro un verso. Ecco quello che mi è puaciuto leggendo alcune delle poesie, che dietro una parola la scrittrice cela un mondo intricato di pensieri. Belle belle belle, mi sono piaciute molto e sono convinto che piaceranno anche a voi....anzi sapete che faccio!!!! ve ne posto un paio cosi capirete anche voi quanto questa scrittrice merita:

IL SEGRETO DEL POETA
Andando per le vie di borgo fiorito in un’estate dal sole imbottito, scorge forse nell’attimo di un istante il soffio di una poesia comunicante. Solo con il corvino come meta è la figura del maledetto Poeta. Flash negli occhi, carta e inchiostro vieto cammina tra gli uomini con il suo segreto.

TI AMO
Ti Amo. Ti amo con quell’amore difficile da spiegare, ti amo perché non potrei non amarti, ti amo perché fra mille incertezze tu sei l’unica certezza, ti amo perché credo in te, ti amo perché il mondo ha bisogno d’amore, ti amo perché io ho bisogno d’amore, ti amo perché mi fai ridere, piangere e sentire importante e unica, ti amo per il tuo carattere che mi rende tanto forte quanto debole, ti amo perché sei la mia anima gemella, ti amo perché questo è Vero amore. Ti Amo.

BIMBO D'AUTUNNO
Fuggiasche nuvole d'autunno come mare in tempesta nuotano nel cielo creando infinite parole d'amore che io dedico a te, tesoro mio, così lontano da non poter accarezzare, così vicino da non poter mai vedere. Tormento del cuore, sofferenza dell'anima, ingannevole pensiero, come vento che spazza via le ultime rosse foglie di questi alberi oramai spogli. Come sarebbe stata la vita con te? Come sarà la vita senza te? Un dolce pensiero ormai confuso e poi arriva la bella neve che tutto calma e scioglie.
Il punto di vista dei poeti è un mondo totalmente diverso da come lo vediamo noi.....con pochi versi sono capaci di racchiudere una storia e di emozionare tutti al tempo stesso. Ecco, questo è l'effetto che ho avuto leggendo queste poesie. se siete interessati al libro completo questo è il link dove potrete acquistarlo ^_^ io lo consiglio Acquisto libro Al Di La Dell'infinito- Marina Lovato